Il Barolo di Cascina Ballarin

Soltanto 11 comuni di Langa possono produrre Barolo. Abbiamo la fortuna di poterlo fare anche noi, in Cascina Ballarin. Rosso austero e inimitabile, questo vino leggendario è uno dei più pregiati al mondo.

Il disciplinare che regola la produzione del Barolo parla chiaro: prodotto da sole uve Nebbiolo in purezza, nei soli comuni consentiti (Barolo, Castiglione Falletto, Serralunga d’Alba, La Morra, Monforte d’Alba, Roddi, Verduno, Cherasco, Diano d’Alba, Novello e Grinzane Cavour). Il Barolo richiede un invecchiamento di almeno 38 mesi, dei quali almeno 18 devono essere spesi in botti di legno. Questo periodo si calcola a partire dal primo giorno di Novembre dell’anno in cui le uve sono state raccolte.

Ogni operazione legata alla vinificazione, all’invecchiamento e all’imbottigliamento deve avvenire esclusivamente all’interno della zona regolata dal disciplinare. Nei manuali si scrive che il Barolo è rosso granato, con riflessi aranciati. Al naso offre uno spettro di aromi complesso, intenso e persistente. L’assaggio è ben bilanciato, con tannini vigorosi eppure armonici, e grande personalità.

Il Barolo Cascina Ballarin - Vigne

Il Barolo Cascina Ballarin non è un vino solo.

Bricco Rocca, Bussia, Panerole: sono questi i vigneti che ci consentono di produrlo. Ognuno di essi ci dà uve diverse, e da ciascuna di esse proviamo a raccontare un diverso Barolo. Quello che li accomuna è la nostra volontà di rispettare la tradizione e di sottolineare la grande espressività di questo vino. Diversa posizione, piccole differenze nella composizione del terreno e nell’esposizione restituiscono nel calice sensazioni e aromi unici. Siamo contadini che fanno vino ormai da molti anni: conosciamo la terra, conosciamo le uve, conosciamo le pratiche di cantina e proviamo di vendemmia in vendemmia a raccontare storie da bere ricche di sfumature e di gusto.

Interno della cantina - Cascina Ballarin

Qualche raggio di legno, l’idea di un frutto, l’impressione calda e vellutata di miele: ogni nota espressa da un Barolo Cascina Ballarin è lì per essere colta, svelata. Rimontaggi, svinatura e passaggio in legno in Primavera: ritmi scanditi dallo scorrere del tempo, ripetuti secondo una tradizione antica. Botti piccole, grandi botti di rovere di Slavonia per la Riserva: a ogni bottiglia riserviamo un trattamento attento, ci prendiamo cura del vino in ogni fase della sua maturazione.

Il Barolo Cascina Ballarin ci ha fatto girare il mondo, cosa impensabile fino a pochi anni fa. Siamo orgogliosi di questa nostra DOCG. Ci piace pensare che riuscirà a conquistare anche voi.